Il Flair : un'altra passione

Flair, bartending e free style


Con "risparmio di movimento ed un pizzico di spettacolo" il bartender è colui che si adatta alle esigenze della vita quotidiana del cliente. E' fondamentale predisporsi al lavoro con umiltà, autocontrollo e disponibilità. Il bartender deve osservare come il cliente si presenta o vuole presentarsi, deve usare accorgimenti atti a stabilire un incontro piacevole. Il cliente si aspetta sempre, infatti, un "servizio completo" e desidera essere servito da persone preparate e competenti.


Il bartending

Il bartender dietro il suo bancone bar non rappresenta solamente se stesso e la sua categoria , ma soprattutto il posto dove lavora; per questo il soggetto deve essere preparato al top, sia tecnicamente che psicologicamente attraverso un addestramento di altissimo valore che ampiamente travalica le sue vecchie conoscenze professionali; il bartender sarà così sempre pronto a farsi carico delle esigenze del cliente, sarà preciso, veloce ed ineccepibile nella produzione, in modo da ottenere un eccellente drink con il massimo controllo dei consumi. Quella del bartending, se pur dura e difficile , è una professione affascinante, appassionante, divertente e talvolta anche altamente spettacolare attraverso una tecnica di lavoro ormai molto diffusa che prende il nome di flair.


Lo stile

I bartenders sono una categoria di barman, specialisti nello show, che usano la tecnica americana "BARTENDING". Si fondono in questa tecnica psicologia di vendita (accoglienza - intrattenimento della clientela) e velocità di esecuzione (organizzazione - tecniche di lavoro). Il bartender funge da catalizzatore: mette a proprio agio il cliente, facilita le amicizie tra il pubblico in una atmosfera particolarmente allegra. Gli interventi e le "cure" sui clienti danno come risultati grossi incrementi di consumi, nuova clientela e prestigio al locale. Merito di questi risultati è dovuto in gran parte allo stile "FLAIR" del BARTENDING. Qualsiasi bartender che oggi tiene due o più bottiglie in una sola mano attua il "Flair" (in inglese letteralmente "fiuto, attitudine, inventiva"). Flair è semplicemente efficienza, resa del movimento con un pizzico di estro.

E' la maniera in cui, ad esempio, si costruiscono i cocktail utilizzando versaggi multipli o contemporanei, invertendo prese e lanci, movimenti aggraziati o marziali, lanciando o afferrando oggetti davanti o dietro la schiena, secondo l'esigenza, il momento o altri fattori. Il Flair a sua volta si divide in Working Flair e Exhibition Flair. Il Working Flair è caratterizzato da movimenti che possono essere sia rapidi che morbidi, comunque realizzati senza gravare sui tempi di servizio al cliente. Praticato per lo più con un bicchiere, una bottiglia, un  Boston, una decorazione, occasionalmente con due bottiglie, è finalizzato alla composizione dei drink. Dondolando o giocherellando con una bottiglia vuota, non si fa Working Flair. L'Exhibition Flair è invece finalizzato a scopi di intrattenimento o di competizione e spesso diventa elemento distintivo di locali, di campagne pubblicitarie, di promozioni liquori, di varie fiere o dimostrazioni. Oltre a richiedere materiale scenico (copricapo, berretti, maschere, indumenti, accendini speciali, articoli carnevaleschi ecc…) l' Exhibition Flair richiede una preparazione e materiali speciali.

Attrezzature


Tra quelle che avete già visto prima, vi sono alcune un po' più particolari :

  • Il Boston bilanciato o Mixing Tin
  • Speed rack (detto anche tasca rapida)
  • Bottiglia Flair neutra oppure se vi piacciono di più, personalizzata, fluorescente
  • Bottiglie per i succhi
  • Tappeto antiscivolo
  • Versatori in plastica
  • Bar-mat o tappetino stretto e lungo dove posare il bicchiere con il cocktail

In anteprima...i primi corsi


Ecco alcune "rutin" da provare usando preferibilmente il tappeto antiscivolo e antiurto.

Due risate e un po' di pratica...


Anno Dominis 2005 durante un caldo ed afoso pomeriggio nella metropoli di Parigi
in un locale chiamato F.B.I., accadde qualcosa che nessuno si sarebbe mai aspettato...
Ebbeni si ! Eccomi qua a sudarmi le sette camicie nel tentativo di far volare Mixing Tin e bottiglie...

Ok ! Ci riprovo...

   
    ...Mamma mia che caciate !!! Mi son veramente divertito, ma nello stesso tempo è     
    stato anche assai interessante ed utile per ben comprendere il lavoro dei Barman e 
    Barmaid Bartender
, il tempo che passano ad allenarsi, le rutin che fanno di
    base, cosa possono inventare, devo dire che il Flair saperlo fare ed esprimerlo 
    con eleganza è veramente piacevole da vedersi. I cocktails che preparano possono               
    essere buoni come quelli serviti dai Barman o  Barmaid che lavorano con stile classico.








Il Flair
Click per ingrandire l'immagine

BOTTIGLIA FLAIR

BAR-MAT

Click per ingrandire l'immagine

BOTTIGLIA FLUO

BOSTON BILANCIATO    MIXING TIN

Click per ingrandire l'immagine

VERSATORI

Click per ingrandire l'immagine

SPEED RACK

Click per ingrandire l'immagine

BOTTIGLIE SUCCHI

Click per ingrandire l'immagine

ORGANIZZATORE

Click per ingrandire l'immagine

BLENDER

Click per ingrandire l'immagine

TRITA GHIACCIO MANUALE

Click per ingrandire l'immagine

TRITA GHIACCIO ELETTRICO



                                L'abuso di alcool è nocivo per la salute, da consumare con moderazione.